5 Maggio 2016

pubblicato in: America, Diario di Bordo 2016 | 0

Giornata di relax totale, a parte la sistemazione dei furgoni che vanno preparati per l’imbarco nei container che avverrà domattina. Lavoriamo alla sistemazione dei bagagli, selezionare le cose da spedire da quelle che verranno con noi in aereo.

 

Fa sempre freddo e tira un vento molto forte. Marco sgancia il portapacchi da uno degli Iveco e lo sistema all’interno. La procedura non è semplice, anche se oramai l’abbiamo eseguita diverse volte. Bisogna infatti rendere il furgone a 3 posti più pesante possibile in modo da agevolare l’ingresso nei container che hanno una altezza di solo 2,58 metri.

 

Il pomeriggio ci si divide tra una gita in centro e un riposino in albergo, ma la sera saremo di nuovo tutti a cena intorno alla grigliata di Gino al “Solito Posto”.

 

Ascolta file audio America Live del 5 maggio 2016